PREVISIONI STELLARI 2020 per i segni di FUOCO

Care amiche delle stelle,

ecco di seguito le previsioni 2020 delle nate nei segni di FUOCO!

Vi suggerisco di leggere oltre al vostro Segno-Sole di nascita anche il segno dove avete la Luna e l’Ascendente, che sono la triade fondamentale della individualita’.

 

ARIETE

Nel 2020 i nati nel segno dell’Ariete dovranno affrontare varie situazioni di crisi.
Non spaventatevi, per favore, perchè questo termine “crisi”, nella lingua cinese “wei-chi”, significa al tempo stesso “opportunità”. Quindi, aggiungerei, un anno ricco di opportunità!
Questo lo si deduce dal fatto che, oltre a Saturno e Plutone, in Capricorno transiterà anche Giove. I tre big planetari daranno vita a un transito fondamentale oltre che per i nati in Capricorno anche per voi dell’Ariete.
Andiamo ora con calma a spiegare l’effetto psichico, e non solo, di questi transiti così importanti.
Cominciamo con il grande saggio, Saturno, che si posiziona ora in aspetto di quadratura al vostro segno, toccando per questo 2020 solo i nati dal 9 al 19 aprile fino al 22 marzo e poi, dal 2 luglio al 17 dicembre, solo i nati dal 13 al 19 aprile.
Ma per quale motivo accade questo??.. perchè dal 23 marzo al 1° luglio Saturno esce momentaneamente dal Capricorno per fare una veloce puntatina ai primi gradi dell’Acquario; poi il 18 dicembre Saturno passa definitivamente nel segno dell’Acquario.
Saturno in Acquario dal 23 marzo al 1° luglio formera’ un aspetto di sestile per i nati dal 21 al 24 marzo.
Abbiamo quindi due diversi aspetti che coinvolgono Saturno e i nati dell’Ariete, una quadratura per i nati nell’ultima decade del segno e un sestile per quelli dei primi giorni del segno.
Partiamo dunque dalla quadratura, che non e’ certo un aspetto facile.
La funzione di Saturno e’ evolutiva. Saturno è privativo e porta con sé gli archetipi della autodisciplina, del sacrificio e della responsabilità. Durante i transiti disarmonici di Saturno e’ bene utilizzare al meglio le caratteristiche migliori del pianeta stesso, in questo caso disciplina e auto-disciplina, responsabilita’ e senso del dovere, capacita’ di programmazione, pazienza, impegno, a volte sacrificio, per ritagliarsi degli spazi di serenità in solitudine.
Perchè sotto l’influenza di una quadratura di Saturno sara’ difficile stringere rapporti superficiali e frettolosi, rapporti di solo piacere e divertimento; anzi al contrario lo stare bene da soli, con se stessi, è uno dei requisiti fondamentali per vivere al meglio questi transiti. E se uno non è abituato a stare solo con i propri pensieri o le proprie emozioni, con il proprio mondo interiore, dovrà trovare la via per calmare la mente, per entrare nello spazio che i mistici chiamano meditazione o contemplazione. E’ questa la cartina di tornasole che mette alla prova la nostra capacità di introspezione, di osservazione, di essere autonomi e autosufficienti.
Perché Saturno chiede proprio questo: il diventare indipendenti e l’essere in grado di stare da soli.
La quadratura di Saturno, a volte, indica che saranno necessari tempi più lunghi e impegni maggiormente onerosi, sforzi veri e propri, per raggiungere gli obiettivi prefissati. Un’altra lezione saturnina è quella della pazienza, della determinazione, della tenacia che per voi, impulsivo segno di Fuoco, irruento, sicuramente poco paziente, a volte risulta alquanto difficile.
Questa lezione vi serve per imparare a utilizzare l’energia disciplinata, tenace e responsabile di Saturno al fine di creare una struttura solida e che duri nel tempo, chiara e lineare, efficiente e organizzata.
Invece, l’aspetto di sestile che Saturno formera’ al Sole dei nati fra 21 al 24 marzo, parla di nuove opportunità, naturalmente a seconda delle case nella carta del cielo natale coinvolte nell’aspetto. E’ l’aspetto dell’inventiva, della creativita’, della comunicazione, delle nuove idee.
Le caratteristiche dei pianeti in sestile sono il mezzo migliore che la persona ha per esprimersi, per comunicare agli altri il proprio pensiero, per far valere le proprie capacita’, ma anche per aiutare gli altri e valorizzare le idee che trova intorno a sé.
Rappresenta l’unico aspetto armonico che si può verificare fra segni di elementi diversi, come in questo caso fra Acquario-Aria e Ariete-Fuoco e, per questa ragione, si pensa possa contribuire a dare una spinta positiva verso una maggiore espressione creativa di chi lo vive.
In ogni caso la combinazione Aria e Fuoco risulta essere molto vitale, frizzante, stimolante, anche se un po’ imprevedibile.
L’Acquario, appartenente all’elemento Aria, è particolarmente compatibile con l’elemento Fuoco- Ariete. Il Fuoco ispira l’Aria spingendolo verso una maggiore libertà di espressione, maggiore fiducia e forza mentre l’Aria tiene in vita il l Fuoco , dandogli l’ossigeno di cui necessita.
Va ricordata anche la retrogradazione di Saturno dal 12 maggio al 29 settembre che andra’ a toccare dapprima i nati dal 21 al 24 marzo e successivamente quelli dal 13 al 19 aprile.
Lo so, sembra un po’ complicato ma Saturno entra in moto retrogrado in Acquario per poi rientrare nel Capricorno, sempre retrogrado fino al 29 settembre. Cosa implica la retrogradazione di Saturno?
Molti astrologi sono concordi sul fatto che Saturno retrogrado porti a rivivere esperienze di vite passate. La severa figura del pianeta accompagna il nativo nella sua ricerca interiore affinché possa svelarne i misteri e sciogliere i nodi karmici rimasti in sospeso.
E’ probabile che debba vivere ancora situazioni e relazioni del passato, ma stavolta con una maggiore consapevolezza.
In realtà non è possibile fare un discorso generale, che valga per tutti i nati del segno, riguardo alla retrogradazione di Saturno, ma ognuno dovrà andare a vedere nella carta del cielo natale dove avviene la retrogradazione e quali settori di vita potrà influenzare maggiormente, puntando l’attenzione su quello che ancora non è stato portato a compimento. Saturno viene anche definito il signore del karma, termine sanscrito che significa “azione”; quindi tutte azioni intraprese nel passato, sia di questa che di altre vite, chiedono ora prepotentemente di essere avviate verso una adeguata e matura risoluzione.
Anche Plutone si trova in aspetto di quadratura dal segno del Capricorno, quadratura che nel 2020 interessa solo i nati dal 10 al 16 aprile.
La quadratura del dio della morte e della rinascita simboleggia una trasformazione profonda, la morte di quelle parti della personalita’ di cui non avete piu’ bisogno e che sono invece diventate un ostacolo, una zavorra sul cammino di evoluzione.
Plutone porta a galla cio’ che e’ nascosto, l’inconscio con tutto quello che ne consegue a livello di crisi esistenziali e rotture con situazioni del passato.
Quindi i transiti di Plutone ci mostrano inevitabilmente che a livello interiore è ora di lasciare un vecchio “ modello” di vita che non serve più.
Alla luce della reicarnazione e della legge del karma, l’influenza di Plutone può essere più chiara: il transito di Plutone ha l’effetto di distruggere ed eliminare i vecchi modelli psicologici che possono essere visti come residui di pensieri e azioni di vite passate, i copioni karmici.
I transiti di Plutone servono perciò ad accelerare la nostra evoluzione, trasformando il nostro attaccamento al vecchio per fare spazio al nuovo. Plutone non rappresenta solo la morte dei vecchi modelli ma anche la nascita di nuovi e piu’ efficienti modelli psicologici e comportamentali.
Passiamo ora a Giove, che entra in Capricorno a dicembre 2019 per restarci fino al 19 dicembre 2020.
Come ho già detto nell’introduzione, Giove in Capricorno non sara’ espansivo come lo è stato in Sagittario, ma si ammanterà di una lucidità e di una chiarezza di visione e intenti che non lascia nulla al caso. Sarà vigile, attentissimo a ogni situazione, disciplinato, lungimirante, tenace e paziente. Le qualità positive e propositive dell’elemento Terra verranno enfatizzate, utilizzate a proprio vantaggio con obiettivi molto elevati e di grande respiro.
Anche Giove formera’ un aspetto di quadratura al segno che andra’ a toccare via via, durante il 2020, tutti i nati.
Giove e’ considerato, astrologicamente parlando, il pianeta piu’ benevolo dello zodiaco, e’ il re degli dei, apportatore di ricchezza, successo, fama e fortuna.
Naturalmente con un aspetto dissonante la musica cambia, non abbiamo solo il Giove mecenate e benefattore, ma dovremo confrontarci con un’energia che tende a dilatarsi, esagerando qualsiasi situazione sulla quale si innesti il transito, soprattutto quelle difficili.
L’effetto del signore dell’Olimpo e’ molto psicologico, ci fa vedere tutto con ottimismo e grande fiducia, ci fa sentire protetti e baciati dalla fortuna. Probabilmente l’ottima reputazione di Giove e’ dovuta al fatto che una persona dotata di un attitudine positiva e fiduciosa nei confronti della vita, risulta essere maggiormente gradita di una che vede sempre tutto nero e che si aspetta solo catastrofi, lamentandosi e attirando nella sua vita
elementi poco piacevoli.
L’effetto negativo di un transito di questo tipo e’ proprio legato, per assurdo, proprio a questa eccessiva, e a volte non realistica, positivita’.
Si tende allora a fare il passo piu’ lungo della gamba, soprattutto a livello economico-finanziario, lanciandosi in imprese superiori alle proprie forze e capacità oppure si raccolgono sfide impossibili, oppure si inizia un progetto con entusiasmo e dopo un po’ lo si lascia per rincorrere un altro interesse, mettendo troppa carne al fuoco. Lasciandosi fuorviare dall’ottimismo e dalla fiducia in se stessi, si è spesso propensi a fare promesse che non si potranno
mantenere o a spendere più soldi del previsto.
Di che tipo saranno queste situazioni e quali settori coinvolgeranno lo si potra’ dedurre solo da una lettura individuale del proprio tema natale di nascita.
Sara’ molto di aiuto per i nati l’utilizzo consapevole delle energie saturnine: infatti la sinergia Giove-Saturno-Capricorno richiede parsimonia, senso del limite, chiarezza di intenti, concretezza, impegno e disciplina.
Sara’ per voi un banco di prova per il vostro senso del limite e della capacita’ di autodisciplinarsi.
In generale tutti gli aspetti di quadratura portano una insoddisfazione, un senso di frustrazione e una irrequietezza che spinge a lottare e a impegnarsi per superare la tensione. E’ una sfida che ci impone la vita e ogni volta che raccogliamo questa sfida e proviamo a vincere le difficoltà, facciamo un passo avanti e diventiamo più forti.
Giove il 20 dicembre entra nel segno dell’Acquario formando un benevolo sestile.
Ho gia’ parlato prima del sestile, per cui dico solo che nel 2020 interessa solo i nati dal 21 al 25 marzo.
Come detto nell’introduzione, nel 2020 ci troveremo tutti di fronte a ben 3 grandi congiunzioni in Capricorno, che a livello individuale riguarderanno principalmente le persone che hanno pianeti nei segni coinvolti, come nel vostro caso.
Prima fra tutte la congiunzione Saturno-Plutone, che inizia già a dicembre 2019, esattamente l’11 dicembre, fino al 9 febbraio 2020; successivamente Giove-Plutone che ci accompagna dal 16 marzo fino al 2 maggio e dal 27 maggio al 24 luglio e ancora dal 25 ottobre al 30 novembre; infine la congiunzione Giove-Saturno dal 1° al 19 dicembre in Capricorno e poi fino al 10 gennaio 2021 in Acquario.
Gli eventi delle grandi congiunzioni riguardano sempre cicli planetari, eventi che se pur collettivi incideranno sulla nostra coscienza e consapevolezza di esseri umani, su ciò che siamo e su quello verso cui ci stiamo dirigendo.
Le grandi congiunzioni concludono sempre un ciclo. Questo potrebbe rappresentare per molti di voi un momento topico, in cui il potere trasformativo e rigenerante dei tre colossi celesti avra’ un effetto dirompente sulla vostra vita. La congiunzione Saturno-Plutone andra’ a interessare in special modo i nati dal 9 al 17 aprile, la congiunzione Giove-Plutone i nati dal 10 al 18 aprile e quella Giove -Saturno i nati dal 12 al 19 aprile, ma tutti i nati del segno risentiranno dell’energia rilasciata da questa potente configurazione astrale.
Questo super aspetto di quadratura sottolinea un periodo di una intensita’ mai provata finora, dove e’ possibile che avvengano cambiamenti di vita radicali nei settori indicati dalla lettura individuale della carta del cielo natale.
E concludiamo in bellezza con il transito di Chirone, ormai stabile in Ariete, fino ad aprile 2027.
Chirone, il guaritore-ferito, porta alla luce della coscienza solare le ferite del corpo, della psiche e dell’anima.
Chirone nella mappa astrale di nascita rappresenta la ferita karmica, la cui guarigione avviene nel momento in cui entriamo in contatto con i nostri talenti e risorse.
Chirone richiama l’approccio olistico alla medicina e appare spesso nei temi di coloro che lavorano nel campo olistico del ben-essere e della medicina alternativa. Chirone in Ariete parla proprio di una leadership in questi settori.
Ma il guaritore-ferito dovra’ prima essere capace di guarire se’ stesso per arrivare, una volta attivato il guaritore interiore, a condividere questi suoi talenti con gli altri.
Chirone in Ariete rappresenta la guarigione della ferita del “non-riconoscimento”, e ci aiuta a trovare il nostro posto nella vita: torno in contatto con ciò che ”Io sono” e, qualunque cosa io sia, ne divento consapevole e la rendo disponibile anche per gli altri.
Ma dobbiamo essere noi i primi a farlo, a riconoscere il nostro vero valore perché nessun altro lo fara’ per noi.
Chirone ce lo ricorda; e’ quella parte di noi stanca, insoddisfatta che spesso compensiamo con il cibo o il sesso o l’alcool o qualsiasi altro tipo di dipendenza.
Chirone rappresenta la ferita karmica che ci ha riportato sulla Terra; a livello profondo rappresenta la separazione dalla fonte divina, dal Padre e dalla Madre divini, che viene sanata quando comprendiamo che siamo parte del tutto, siamo connessi con l’universo, con gli altri esseri umani, con gli animali, le piante, le rocce , le stelle e i pianeti.
L’ultima volta che Chirone e’ passato poi in Ariete e’ stato nell’aprile del 1918, riportando la pace dopo la prima guerra mondiale.
Transitando in Ariete, Chirone ci mette di fronte al nuovo ed alla vita che si rinnova come la primavera. E’ simbolo di nuovi inizi nei settori segnalati nella carta del cielo natale.
Nel 2020 il transito di Chirone tocca solamente i nati dal 21 marzo al 1° aprile.
Proprio come un seme di mela “sa” di essere stato creato per trasformarsi in una mela e non in una pera, così c’è una parte di noi che “sa” ciò che siamo destinati a diventare e il percorso che dobbiamo percorrere.
Io sono libero di decidere se sviluppare o no, il potenziale che è in me, il disegno originario che è raccontato nel mio tema natale.
Il Sé superiore guida e regola la nostra evoluzione, anche se non ne siamo consapevoli e i transiti rivelano ciò che intende portare alla nostra consapevolezza.


LEONE

Giove è uscito dall’aspetto di generoso trigono dal Sagittario per posizionarsi in Capricorno e, a livello di previsioni generaliste, si trova nella vostra sesta casa, collegata al lavoro che si svolge quotidianamente, alla salute e alla cura del corpo.
Sicuramente molti di voi nel 2019 hanno sperimentato i doni che il re degli dei ha elargito con tanta generosità, a volte creando le basi per una espansione economica o un successo professionale oppure una realizzazione nella vita sentimentale o portando alla vostra attenzione situazioni di vita e relazioni che non avevano piu’ motivo di essere.
Ora per 1 anno circa Giove resta praticamente neutrale; ma quando, a dicembre 2020, entrerà in Acquario, formando un aspetto di opposizione al vostro segno, probabilmente vi verrà richiesta una maggiore attenzione e un maggior rigore sia nelle questioni economiche che in quelle affettive e relazionali.
Giove entra in Acquario esattamente il 20 dicembre 2020 e andrà subito a interessare i nati dal 23 al 27 luglio.
Giove ha una funzione espansiva. Questo significa che, nel bene e nel male, espande e dilata tutto quello che tocca. E’ una sorta di re Mida, ma non tutto quello con cui viene a contatto si trasforma in oro, alcune volte semplicemente fa da cassa di risonanza per quello che gia’ esiste nella vita delle persone interessate dal transito.
Giove e’ considerato, astrologicamente parlando, il pianeta piu’ benevolo dello zodiaco, apportatore di ricchezza, successo, fama e fortuna.
Ma l’effetto del signore dell’Olimpo e’ molto psicologico, ci fa vedere tutto con ottimismo e grande fiducia, ci fa sentire protetti e baciati dalla fortuna, che la vita ci sorride e sempre ci sorridera’. Una persona dotata di un attitudine positiva e fiduciosa nei confronti della vita, risulta essere maggiormente gradita di una che vede sempre tutto nero e che si aspetta solo catastrofi, attirando quindi nella sua vita elementi spiacevoli e stressando il prossimo con lamentele varie. Fondamentalmente questo transito sara’ il banco di prova del senso di disciplina o, ancora meglio, auto-disciplina. Come in tutti i transiti disarmonici di Giove, sarete forse un po’ troppo euforici e ottimisti; mantenere un atteggiamento disciplinato e senza indulgere in eccessi sara’ la cosa piu’ sensata da fare in questo periodo.
Saturno, anche lui nel segno del Capricorno fino al 22 marzo, si trova in posizione neutra e non influenzera’, se non in maniera molto generalista, i nati del segno transitando nella loro sesta casa, andando a toccare quindi le tematiche del lavoro, della quotidianita’ e della salute.
Ma dal 23 marzo al 1° luglio Saturno entra temporaneamente in Acquario, da dove formerà un aspetto di opposizione con il vostro Sole natale o altri pianeti che avete in Leone, Ascendente o Medio Cielo. Questa prima opposizione di Saturno tocca solo i nati dal 23 al 26 luglio.
L’aspetto disarmonico -Saturno contro- indica che si sta avvicinando un periodo di “crisi” ma, come già detto per gli amici Ariete, questa parola nella lingua degli ideogrammi cinesi significa al tempo stesso “opportunità”.
Saturno porta con sé gli archetipi dell’impegno, della disciplina o auto – disciplina, della determinazione, della responsabilita’, della pazienza e della tenacia.
In generale un’opposizione di Saturno al Sole di nascita determina il dispiegarsi di un periodo di difficoltà, di sfiducia e pessimismo, di bassa energia vitale dove ci si sente incapaci di affrontare le avversità che possono provenire da varie fonti, innanzitutto le problematiche che arrivano da altre persone, specialmente datori di lavoro o superiori o altri personaggi che rappresentano per noi l’autorita’. Può anche rispecchiare una problematica con il padre-Saturno, così come difficili possono risultare tutti i rapporti con gli uomini in generale.
Accade spesso durante questo transito che ci si senta improvvisamente vecchi, a volte stanchi di vivere. L’energia di Saturno deprime la vitalità e l’entusiasmo solare, sembra che tutto il peso del mondo ricada sulle nostre spalle. Possiamo anche sentirci intrappolati in una relazione che limita la nostra libertà e che ci impedisce di esprimerci; spesso il transito determina la fine di tale rapporto.
Per un uomo mette in evidenza la poca fiducia che ha in se stesso; per una donna rappresenta la pesantezza che si trova a vivere nei rapporti con gli uomini in generale.
Un tipico effetto di questo transito è quello di rimanere “soli”, con tutto quello che ne consegue.
L’opposizione al Sole natale e’ la fine di un ciclo. Puo’ rappresentare dunque un momento di crisi che mette in discussione le strutture di vita, ma al tempo stesso rappresenta una reale opportunita’ di evoluzione e cambiamento.
Il 18 dicembre Saturno entra definitivamente in Acquario interessando fino a fine 2020 solo i nati dal 23 al 26 luglio, che saranno anche toccati dalla grande congiunzione a 0° dell’Acquario fra Giove e Saturno.
Gli eventi delle grandi congiunzioni riguardano sempre cicli planetari, eventi che se pur collettivi incideranno sulla nostra coscienza e consapevolezza di esseri umani, su ci?che siamo e su quello verso cui ci stiamo dirigendo.
Le grandi congiunzioni concludono sempre un ciclo.
Ancora una volta vi invito a guardare nella carta del cielo natale le case, i settori della vita, dove queste potenti configurazioni si manifesteranno.
Anche Plutone in Capricorno andrà a interessare a livello generale la casa sesta, legata alle tematiche della cura del corpo, della salute e del lavoro dipendente. Naturalmente i nati sotto il segno del Leone ma che hanno pianeti o altri elementi quali l’Ascendente o il Medio Cielo nel Capricorno sentiranno maggiormente gli effetti dei transiti sia di Saturno che di Plutone.
Urano, dal segno del Toro, forma un aspetto dissonante di quadratura, che vi accompagnera’ fino al 2025. Certamente Urano non e’ un pianeta facile da governare, le sue energie sono imprevedibili, fuori dal comune ma gestibili se assecondate e direzionate consapevolmente.
L’archetipo di Urano parla di rivoluzione, terremoti, cambiamenti radicali ma anche di originalita’, creativita’, anticonformismo, di veri e propri lampi di genio, capacita’ inventiva senza limiti, un profondo bisogno di liberta’.

La quadratura di Urano non tocca tutti i nati del segno allo stesso tempo, ma piano piano durante i prossimi 6 anni circa, li coinvolgera’ tutti.
Un transito di Urano, soprattutto dissonante, è come la voce del Sé interiore, quella parte di noi che ha chiara la direzione da prendere e i cambiamenti necessari per intraprendere un cammino evolutivo.
Proprio come un seme di mela sa di essere stato creato per trasformarsi in una mela e non in una pera, cosi’ c’e’ una parte di noi che sa cosa che siamo destinati a diventare e il percorso che dobbiamo percorrere.
I transiti di Urano attivano quella parte di noi che ha bisogno di rinnovamento, di movimento, di mutamento.
Se, nel corso di un transito di Urano, ci troviamo coinvolti in una situazione limitante, in contraddizione con quanto il Se’ superiore ritiene necessario per noi, e non modifichiamo consapevolmente questo stato di cose, gli eventi e le circostanze esterne ci imporranno verosimilmente un cambiamento profondo. Quando il lavoro o un legame affettivo bloccano la nostra evoluzione ma noi evitiamo di affrontare cio’ che andrebbe rivalutato e rinnovato, il Se’ interiore predisporra’ in qualche modo una serie di circostanze che ci obbligheranno a cambiare, anche contro la nostra volonta’ cosciente..
Se si è ignorata troppo a lungo la voce del dio, durante questo transito è praticamente impossibile restare fermi, statici e immutabili sulle proprie posizioni, sia nel lavoro che nei rapporti interpersonali. Qualcosa in profondità
si agita e chiede prepotentemente di essere ascoltato; se siamo proprio, totalmente, sordi a questo richiamo ancestrale accadrà sicuramente qualcosa all’esterno che porterà quel rinnovamento che la situazione richiede, anche contro la nostra volontà, come la rottura di una relazione o un cambiamento di lavoro o di casa.
Quando non si ascolta la voce del dio nascono le “Furie”, figure mitologiche nate dal sangue del fallo di Urano reciso da Saturno, che non si placano fino a che non abbiamo “sacrificato” qualcosa al dio.
Ripeto, l’uso saggio e consapevole delle dirompenti energie uraniane puo’ essere un modo per ammorbidire la spinta cieca al cambiamento, per frenare il vento uraniano. Ma per farlo bisogna conoscere i tempi esatti e quale settore della vita sara’ direttamente interessato dal transito.
Nel 2020 la quadratura di Urano al Sole natale interesserà solo i nati dal 23 luglio al 4 agosto, ma anche chi ha altri pianeti o l’Ascendente o il Medio Cielo in quei gradi nel segno dovrà confrontarsi con questa energia dirompente.
Chirone, il guaritore ferito, anche lui ormai stabile in Ariete fino ad aprile 2027, forma invece un trigono al vostro segno. Anche se si tratta di un aspetto armonico, va comunque a toccare la “ferita”. Chirone nella carta del cielo natale rappresenta la ferita che ci portiamo dietro dalla nascita o dalla vita prenatale o anche da prima, da vite passate. Comunque sia l’irrisolto con cui ci dobbiamo confrontare in questa vita non e’ altro che il riflesso di qualcosa che non e’ stato portato a termine in precedenti incarnazioni.
In teoria un trigono non dovrebbe essere un aspetto che genera sofferenza, quelli sono i quadrati o le opposizioni; il trigono e’ una specie di ripasso di una lezione che abbiamo gia’ imparato e che non dovrebbe affatto spaventarci o farci ricadere in vecchi film, visti e rivisti. Allora vediamola come un’opportunita’ per mettere radici nel nuovo, in una nuova consapevolezza di se’ non piu’ soggetta ai capricci del fato o alla mutevolezza degli eventi. Il trigono di Chirone dall’Ariete interessa solo i nati dal 23 luglio al 3 agosto.
Io sono libero di decidere se sviluppare o no, il potenziale che è in me, il disegno originario che è racchiuso nel mio tema natale.
Il Sé superiore guida e regola la nostra evoluzione, anche se non ne siamo consapevoli. I transiti rivelano ciò che intende portare alla nostra consapevolezza.


SAGITTARIO

Giove, vostro pianeta governatore, ha ripreso il suo eterno viaggio attraverso i dodici segni dello zodiaco, dopo essersi ricaricato nel suo domicilio primario, il Sagittario.
Il 2 dicembre 2019, alle ore 19,20, Giove ha fatto il suo ingresso nel segno del Capricorno, dove il suo effetto espansivo viene ridimensionato, limitato, ridefinito entro una rigida struttura saturnina. L’effetto combinato dell’energia di Giove e del Capricorno-Saturno sarà di grande importanza perchè influenzerà la capacità di creare strutture che possano durare nel tempo, così come vuole il rigoroso e solido Saturno.
Con l’ingresso di Giove in Capricorno, ci sara’ una maggiore concretezza e, i limiti, che erano stati oltrepassati, anzi proprio non considerati, dal passaggio in Sagittario, verranno ristabiliti con chiarezza e certezza.
Il signore degli Dei diventa cosi’ un giudice severo ma imparziale e con uno spiccato senso dello humor per sdrammatizzare e coi piedi saldamente ancorati alla terra.
Giove resta in Capricorno fino al 19 dicembre, poi il 20 dicembre Giove entra in Acquario dove sostera’ fino al al 13 maggio 2021.
Gli archetipi che Giove rappresenta sono espansione, abbondanza, ricchezza, visione allargata, fortuna, benessere ma anche eccesso, esagerazione, proliferazione a volte incontrollata.
L’anno appena trascorso ha rappresentato sicuramente per molti di voi il tempo ideale per l’ideazione e la messa in opera di progetti in ogni settore della vita, sia nel lavoro, che nella vita affettiva; vi e’ servito per allargare la vostra sfera di attivita’, qualunque essa sia, acquisire esperienze piu’ vaste di vita in ogni campo, intraprendere nuovi studi, viaggiare, esplorare nuovi mondi sia mentali che materiali.
Infatti la funzione di Giove è quella di espandere, dilatare, quello che già c’è o che non c’è, nel qual caso mettendo in evidenza la mancanza. Ma non e’ compito di Giove trovare la soluzione a eventuali mancanze o illusioni di una situazione o nei rapporti con gli altri.
Giove è sicuramente portatore di crescita e di espansione: nel mito è il signore degli dei, famoso per i tanti figli avuti da donne diverse, divine e umane.
Ogni volta che conquistava una donna la fecondava…e questo fa Giove durante i transiti: feconda…mette semi che cresceranno successivamente e daranno frutti.
I semi che sono stati piantati nel corso del 2019 cominceranno da ora in avanti a germogliare e a dare frutti che giungeranno alla loro naturale maturazione nel corso dei prossimi 12 anni. L’anno appena trascorso ha rappresentato l’inizio del nuovo ciclo di Giove per gli amici Sagittario, ciclo che dura appunto 12 anni.
Come gia’ anticipato sopra, l’effetto Capricorno- Saturno andra’ dunque a bilanciare gli eccessi gioviani, il suo inesauribile ottimismo, e si dovrebbe riuscire a distinguere più chiaramente quello che e’ fattibile da quello che invece e’ pura utopia.
Ci troviamo ora davanti a un Giove più concreto, che ci mette di fronte alle nostre responsabilità, ai doveri, alle necessita’ della vita pratica e materiale ( Capricorno elemento Terra ) e che ci chiede di impegnarci al massimo, qualsiasi cosa stiamo facendo, sul lavoro, nelle relazioni, con noi stessi e con quello che è il nostro vero obiettivo nella vita. Il Capricorno è impegno, responsabilità, disciplina; non sarà più il Giove buontempone del Sagittario, perderà un po’ in simpatia acquistando maggior stabilità, concretezza, pazienza, tenacia e obiettivi a lunga portata. E’ un Giove che guarda sempre al futuro ma che è anche capace di programmare, di risparmiare, di prendersi degli impegni, di portare a compimento i progetti avviati nell’anno passato con perseveranza o di mettere a frutto l’esperienza acquisita o, ancora, di lavorare duramente e tenacemente per raggiungere l’obiettivo prefissato.
La stagione del Sagittario è il tardo autunno che sfocia nell’inverno, un tempo di raccoglimento, silenzio e di meditazione; è la freccia puntata verso l’alto, simbolo di slancio vitale e di evoluzione. Il simbolo è quello del centauro, mitica creatura divisa a metà tra la natura umana evoluta e quella istintiva animale.
Il Sagittario, metà cavallo e metà uomo, ben definisce la natura intrinseca dei nati sotto questo segno: la parte animale impedisce di puntare al freccia verso qualcosa di piu’ alto, verso gli immensi spazi che si vogliono conquistare e l’individuo deve cosi’ lottare per la sua affermazione spirituale. Quindi un conflitto di base che coinvolge tutti i nati sotto il segno del Sagittario, che ne siano consapevoli oppure no.
Il Sagittario vorrebbe superare e trascendere le limitazioni terrene, aspirando a mete elevatissime, non solo nel mondo spirituale ma anche in quello mondano, vorrebbe volare piu’ in alto di quanto gli consentano le leggi della natura; e questo gli causa talvolta una profonda amarezza, il senso, appunto, di una ferita incurabile: al di sotto dell’apparente ottimismo del segno si cela spesso una profonda tristezza.
Con Giove in Capricorno, forse, questo aspetto nascosto e dimenticato del Sagittario potrebbe venire maggiormente alla luce. Il Capricorno e’ abitualmente serioso, a volte proprio triste, poco espansivo, silenzioso, meditabondo, riflessivo e concreto. Sara’ un Giove taciturno, introspettivo e analitico, ma comunque focalizzato sugli obiettivi prefissati, sara’ anche un Giove molto tenace e determinato.
Giove il 20 dicembre 2020 entra nel segno amico dell’Acquario. Fra Acquario e Sagittario c’è una bella collaborazione, infatti si va a formare un positivo e costruttivo aspetto di sestile. Rappresenta l’unico aspetto armonico che si può verificare fra segni di elementi diversi, come in questo caso fra Sagittario-Fuoco e Acquario-Aria. Proprio per questa ragione, si pensa che possa rappresentare una spinta positiva per chi lo vive, una spinta verso l’espressione della propria creativita’.
Questo significa che nuove prospettive si apriranno di fronte a voi, nuove visioni di vita e nuovi progetti da realizzare, con ritrovato entusiasmo, vincente ottimismo e una intensa vitalita’. In ogni caso la combinazione Aria e Fuoco risulta essere molto vitale, frizzante, stimolante, anche se un po’ imprevedibile.
L’Acquario, appartenente all’elemento Aria, è particolarmente compatibile con l’elemento Fuoco- Sagittario. Il Fuoco ispira l’Aria spingendolo verso una maggiore libertà di espressione, maggiore fiducia e forza mentre l’Aria tiene in vita il l Fuoco , dandogli l’ossigeno di cui necessita.
Ma dal 20 al 31 dicembre il sestile tocca solo i nati dal 23 al 27 novembre. Durante il 2021 tocchera’ via via tutti i nati del segno.
Passiamo ora a Saturno, nella mitologia padre di Giove.
Per tutti i nati Saturno continua a interessare, sempre in tema di previsioni generaliste, la seconda casa, casa collegata ai guadagni, al denaro ma anche alle risorse interiori, i talenti.
La seconda casa a livello profondo è collegata anche al proprio senso del valore interiore. Saturno in questa casa ci dice che dovremo lavorare e impegnarci al massimo per ottenere qualche buon risultato finanziario ma anche per dimostrare quello che è il nostro vero valore, il nostro talento.
Anche Plutone transita in Capricorno nella vostra seconda casa.
Quindi gli amici Sagittario, in termini di previsioni generaliste, per tutto il 2020 avranno sia Giove che Saturno che Plutone nella loro seconda casa, il che non guasta!
E qui entra in gioco Chirone, il guaritore-ferito. La ferita che Chirone rappresenta, e che ci ha riportato nuovamente su questo pianeta, viene sanata solo nel momento in cui diventiamo consapevoli dei nostri veri talenti.
Se la ferita collegata al senso del valore interiore è ancora sanguinante, potreste sentirvi sfruttati e usati anche dalle persone piu’ vicine a voi; potreste sentirvi non apprezzati per quello che fate per loro, soprattutto gli amici, per i quali siete sempre così disponibili, sempre pronti a dare una mano e a lottare per difenderli da ingiustizie e torti, se necessario.
Dall’altra parte c’è anche la possibilità che troviate il modo di esprimere al massimo la vostra vena creativa, magari scoprendo nuovi e insospettati talenti, guadagnando anche molti denari solamente con le vostre risorse e capacità.
Ma siamo nel campo delle probabilità, solo una lettura individuale dei transiti potra’ indicare con certezza quali saranno i settori influenzati dal transito dei tre big in Capricorno,
Chirone in transito in Ariete, forma un aspetto di trigono al vostro segno fino ad aprile 2027.
Nel 2020 saranno interessati solamente i nati fra il 23 novembre al 4 dicembre.
Ripeto un po’ quello che ho scritto per il Leone: il trigono di Chirone, il guaritore ferito, andra’ comunque a toccare la “ferita”. Chirone nella carta del cielo natale rappresenta la ferita che ci portiamo dietro dalla nascita o dalla vita prenatale o anche da vite passate. Comunque sia l’irrisolto con cui ci dobbiamo
confrontare in questa vita non e’ altro che il riflesso di qualcosa che non e’ stato portato a compimento in precedenti incarnazioni, il karma, parola sanscrita che significa proprio “azione”. In teoria un trigono non dovrebbe essere un aspetto che genera conflittualità, quelli sono i quadrati o le opposizioni; il trigono e’ una specie di ripasso di una lezione che abbiamo gia’ imparato e che non dovrebbe affatto spaventarci o farci ricadere in vecchi film, visti e rivisti. Allora vediamola come un’opportunita’ per mettere radici nel nuovo, in una nuova consapevolezza di se’ non piu’ soggetta ai capricci del fato o alla mutevolezza degli eventi. Ma se qualcosa non e’ stato compreso totalmente, se la ferita non e’ ancora stata purificata e trasformata, allora sara’ necessario un lavoro di introspezione e guarigione di quella parte che ancora ci porta sofferenza. La luce si fa strada dove ancora il buio e’ ancora presente, sta a noi permetterlo, aprendo la porta e accogliendo il guaritore nella nostra vita.
Passiamo ora a Nettuno, simbolo di compassione, amore ed empatia, sempre in aspetto di quadratura dai Pesci. L’aspetto dissonante interessa nel 2020 i nati fra il 6 e il 14 dicembre.
Nettuno è il pianeta dei mistici e degli artisti. Durante i transiti di Nettuno l’aspirazione mistica, o religiosa, puo’ essere attivata da una crescente insoddisfazione o infelicita’ connesse con la vostra attuale vita e con quanto e’ stato conseguito finora. Con la quadratura, oltre alla connotazione mistico-religiosa, si corre il rischio di vivere in uno stato di confusione, perdendosi in illusioni, sogni impossibili. Il contatto con la realtà materiale diviene più labile, non si sa più cosa è reale e cosa no. Nettuno dissonante nei soggetti più fragili può provocare paure, ansie, fobie.
O semplicemente ci fa dimenticare un appuntamento importante oppure sbagliare il luogo, la data, oppure ci fa prendere il treno sbagliato. Non esiste un transito uguale per tutti, siamo unici e cosi’ i transiti.
L’unica certezza e’ che Nettuno in aspetto, positivo o negativo che sia, col Sole di nascita dissolve i confini dell’io, “Io Sono”, con tutte le conseguenze che questo comporta in termini di paure e angosce esistenziali, anche per i ricercatori spirituali, ma a livello pratico puo’ indicare qualche problema.
Nettuno, dissolvendo i confini del Io, allenta lo stretto controllo che esercitiamo su noi stessi e ammette nella sfera della consapevolezza solare parti della psiche precedentemente tenute nascoste. In questo senso Nettuno è l’antitesi di Saturno che, al contrario, definisce i limiti.
Durante un transito dissonante di Nettuno al Sole si corre anche il rischio di incontrare persone che ci ingannano, tradendo la nostra fiducia e approfittando della nostra ingenuità.
I transiti negativi di Nettuno sul Sole minacciano la sicurezza, la lucidità e la forza e possono paralizzare il nostro vecchio Io e i nostri consueti comportamenti. Ma questo accade perché c’è qualcosa di vecchio che deve morire per permettere a una nuova realtà di emergere e a noi di rigenerarci su nuove basi. Forse comprendere questo non potrà metterci al riparo da delusioni, inganni e frustrazioni, ma può aiutarci a scoprire un senso in ciò che stiamo attraversando.
Cooperare con l’effetto dissolvente di Nettuno significa anche morire in relazione a ciò che conoscevamo di noi stessi, così da far emergere un nuovo senso di identità. L’accresciuta empatia e sensibilità può portare a dedicarsi ad attività nei confronti di persone in difficoltà, di cura e aiuto. Questo potrebbe essere un modo molto positivo di utilizzare le energie di questo transito neutralizzando, con la devozione e l’impegno verso qualcosa
di più grande, le energie disarmoniche in atto.
Un’ultima cosa riguardo Saturno che, dapprima in maniera temporanea dal 23 marzo al 1° luglio e poi, definitivamente, dal 18 dicembre, transitera’ in Acquario formando un bel aspetto di sestile che interessera’ solamente i nati dal 23 al 26 novembre.
Un sestile di Saturno è molto positivo, dona concrete opportunità di crescita sia a livello individuale che materiale. I nati nelle date sopra citate, potranno permettersi di dare il via a qualche nuovo progetto lavorativo o personale. Saturno in sestile sara’ per voi un fantastico alleato per portare a compimento quello che avete elaborato solo come idea o ancora in fase di progetto, creando una solida struttura che possa resistere allo scorrere del tempo e ai cambiamenti inevitabili che la vita porta.
I pianeti sono le nostre voci interiori, gli attori del nostro teatro esistenziale, i nostri Dei interiori.
Per collaborare con la nostra evoluzione, dobbiamo prima di tutto essere capaci di riconoscere queste voci dentro di noi e aprire la porta agli “Dei del Cambiamento“.

Buon 2020!

Ti consiglio di leggere questo articolo per approfondire le tematiche del nuovo anno: Le Grandi Congiunzioni 2020 

Samapatt

Contatto https://womaninside.it/noi-donne-collaborazioni/

Contatto   facebook